Itinerario per il centro di Gran Canaria: Monti e Crateri

Monti e Crateri - Gran Canaria

Itinerario Centro Gran Canaria: Monti e Crateri

Partendo dalla capitale di Gran Canaria, Las Palmas, comincia l’itinerario alla scoperta della zona centrale dell’isola, la scoperta dell’entroterra, dove il mare lascia il posto alle montagne e il sole alla neve.

Santa Brígida, San Mateo, Tejeda e Artenara le mete principali di questo nuovo, quanto inatteso, itinerario.

Muovendosi da Las Palmas verso Santa Brigida si incontrano posti come il Campus Universitario di Tafira e subito dopo il Jardin Canario nel quale nascono e vengono coltivate le migliori specie di piante di origine canaria.

Caldera di Bandama - Gran Canaria

Proseguendo troviamo il Monte Lentiscal in cima al quale si trova il cratere di Bandama (Caldera di Bandama) dal quale si può godere di fantastici panorami che spaziano su tutta l’isola.

Arrivati a Santa Brigida ci troviamo di fronte un delizioso paesaggio canario fatto di palme e tranquillità lontani dalla movida canaria.
Nei fine settimana, in questa cittadina, ci sono dei mercatini con prodotti agricoli e fiori. Nel vicino Cratere di Hoya Bravo è possibile ammirare un raro esemplare di dracena, il Dracena Draco.

Il paesaggio si inasprisce e diventa più montano proseguendo verso San Mateo, un piccolo centro agricolo dove si alleva bestiame e si produce formaggio.

Roque Nublo - Gran Canaria

Le montagne diventano più ripide e la vegetazione si infittisce, cominciano le pinete tra le quali fa capolino il Parador de Tejeda (rifugio di Tejeda) dal quale è possibile vedere il Roque Nublo (Roccia Nuvolosa) simbolo rappresentativo di Gran Canaria vicino al quale si erge Pozo de Las Nieves (Picco del Pozzo delle Nevi) di ben 1949 metri, vetta più alta del’isola.
In questa zona si trova il Centro de Interpretación de Degollada Becerra (Centro di Interpretazione di Degollada Becerra) dal quale si può osservare il Cratere di Tejeda e tutto il particolare paesaggio che lo circonda.

Da questa zona si scende a Tejeda molto conosciuto soprattutto per la sua specialità che sono i dolci fatti con pasta di mandorle.

Proseguendo il cammino si arriva ad Artenara la città più alta dell’isola. Quello che più affascina, in quest’ultimo tratto dell’itinerario, sono i paesaggi, pieni di natura, pinete, crateri, montagne. Spostandosi verso nord è possibile ammirare la Caldera de Los Marteles (cratere di Marteles) una depressione circolare con circa 550 metri di diametro e profonda 80.