Lanzarote - Storia

Storia Lanzarote

Storia di Lanzarote

Lanzarote fu la prima delle isole Canarie a soccombere alla dominazione straniera: nel 1402 Jean de Béthencourt diede inizio ufficiale alla conquista da parte dell’impero spagnolo.

L’isola era ormai da tempo in balìa di pirati provenienti dal Marocco, ma nel XVI secolo divenne anche bersaglio prediletto di corsari francesi ed inglesi tra cui i famosi Sir John Hawkins e Pegleg le Clerc, che assieme ad altri con i loro saccheggi ridussero l’isola in miseria.

Intorno al XVII secolo, la drammatica situazione provocata dalla pirateria e dalla povertà, ma anche da nefaste catastrofi naturali quali violentissime eruzioni vulcaniche, spinsero la quasi totalità della popolazione a migrare verso terre più accoglienti e meno difficili. Gli abitanti di Lanzarote arrivarono così ad essere a malapena 300.

La maggior parte dei terreni fertili coperti da lava e numerose cittadine distrutte non bastarono però a scoraggiare i pochi rimasti: la popolazione riuscì infatti a volgere a proprio favore i disastri vissuti. Capirono che la particolare composizione del suolo vulcanico era particolarmente adatto ad alcune coltivazioni, tra cui i vitigni, e misero a punto delle tecniche di protezione del suolo con la lava per garantirne un migliore rendimento.

Tutto ciò permise una progressiva ripresa dell’isola che ancora oggi continua a trarre vantaggio e benefici dalla produzione agricola.