Raggio: Chiuso
Raggio:
km Set radius for geolocation
Cerca

Villa de Garafìa, La Palma

Villa de Garafìa, La Palma

Villa de GarafìaVilla de Garafìa

Villa de Garafìa è un comune molto grande che si estende per 102 chilometri quadrati e occupa la parte nord dell’isola di La Palma.
Il suo territorio è caratterizzato dalla presenza degli alisei, motivo per il quale si trovano diversi mulini a vento.

Questa parte dell’isola, in seguito alla conquista spagnola, era abitata da ebrei e portoghesi che erano stati espulsi dal loro paese originario.

Nel 1579 ci fu un grande evento che caratterizzò l’agricoltura e l’economia di questo municipio, i terreni furono divisi ed assegnati agli agricoltori con l’obbligo di pagare con un quinto dei prodotti ottenuti.
Questo sistema è restato attivo fino a pochi anni fa. A concedere il titolo di Villa fu Alfonso XIII nel 1906.

Le principali attività sono l’agricoltura e l’allevamento grazie al quale si produce un ottimo formaggio stagionato molto commercializzato. Molto piede sta prendendo anche il turismo rurale con l’offerta di ottimi alloggi.

Una curiosità da non tralasciare sono i picchi di Garafia, punto di riferimento per la comunità astrofisica internazionale nella comprensione dell’universo.

Luoghi di interesse di Villa de Garafìa

Santo Domingo, Villa de Garafìa

Passeggiando tra le strade di Villa Garafia è impossibile non intraprendere le ripide salite di Santo Domingo che è il principale centro abitato. Numerose case dai tetti rossi che si susseguono e danno al paesaggio un’atmosfera magica ed incredibile.

Facciate simmetriche in stile neoclassico che si affacciano sulla piazza principale, prediletto punto di incontro.
A pochi passi si trova la Chiesa principale costruita nel XVI secolo che fu ristrutturata il secolo dopo.

La ristrutturazione riguardò le navate che aumentarono e diventarono due e il soffitto a cassettoni, molto elaborato. All’interno della chiesa vi sono diverse immagini della Madonna della Luce.

Reserva Natural de Guelguén

Ma le bellezze non finiscono qui. L’ampio arco costiero da vita ad uno spettacolo il cui protagonista è mare che con la sua forza ha dato vita a meravigliose scogliere che appartengono alla Reserva Natural de Guelguén.

Reserva Natural de Guelguén, Villa de Garafìa, La Palma

Un paesaggio davvero unico che incontrerà la vostra voglia di pace e bellezza.
Giornate che trascorrono lente al dolce movimento delle onde, al duro lavorare dei pescatori e al lento girare dei mulini che tanta importanza rivestono tutt’oggi per questo paese. Altra visita merita il Pino di Garafìa, una specie di conifere arboree in grado di resistere temperature estreme. Da questo gioiello della flora canaria viene prodotto legname per vari utilizzi. La densità del Pino di Garafia è tale e tanto importante da dichiarare Riserva Integrale i luoghi dove si trova questo raro albero che può raggiungere i 50 metri di altezza.

Parque Cultural La Zarza-Zarcita

Parque Cultural La Zarza-Zarcita, Villa de Garafìa, La Palma

Il Parque Cultural La Zarza-Zarcita è uno dei siti rupestri più importanti delle Canarie che custodisce rari tesori.

In questo posto un’atmosfera magica si unisce a credenze religiose dal profondo significato. Spirali, meandri e circoli che si intrecciano in una complessa rete dove un tempo si implorava la divinità dei campi affinché desse acqua necessaria a nutrirli.

All’interno di questa area si trova anche un Centro di Interpretazione Archeologica che ha delineato le chiavi di lettura di questo popolo pastorale. I visitatori saranno guidati attraverso un piacevole percorso alla scoperta della flora, fauna e cultura.

El Roque de Los Muchachos

El Roque de Los Muchachos, Villa de Garafìa, La Palma

Ma continuiamo la nostra esplorazione di Villa de Garafìa con il Roque de los Muchachos una delle cime più belle del municipio. Da qui si può godere di panorami meravigliosi che comprendono la Grande Depressione di La Caldera. Questa montagna arriva ad un’altezza di 2426 metri dal livello del mare ed è proprio qui che anticamente risiedeva un popolo che allevava bestiame e adorava gli dei.

Su questo popolo sono state numerose le notizie ritrovate nei vari siti archeologici. In questo luogo, così speciale e mistico, si trova anche un Osservatorio Astrofisico, il più importante dell’emisfero settentrionale, dove numerosi Paesi hanno istallato i loro telescopi per svelare i misteri del cosmo.

Los caseríos de Franceses, El Tablado y Las Tricias

Los caseríos de Franceses, El Tablado y Las Tricias Villa de Garafìa, La Palma

Un susseguirsi di meraviglie e di particolarità che trovano posto anche tra i numerosi insediamenti rurali che formano il paesaggio costiero francese. Gigantesche scogliere che segnano la vita delle popolazioni locali. Le case si concentrano nei pressi dei sentieri che si snodano lungo questa frazione.

Un posto molto interessante e caratteristico nei pressi del paesaggio protetto di El Tablado che è un altro posto da non perdere incastonato tra gole profonde con case e frutteti che si affacciano sull’Oceano Atlantico. Nel cuore di questa frazione si trova la cappella della Vergine del Carmine, un vecchio mulino, la foresta magica e la grotta dell’antico drago.

Foresta magica, Villa de Garafìa, La Palma

Sant’Antonio del Monte

Il nostro viaggio continua alla scoperta di un’altra meraviglia, dove confluiscono numerose attrazioni naturali che circondano la cappella di Sant’Antonio del Monte. Questo è il posto ideale per gite, escursioni e campeggi, un posto dove perdersi tra la natura ma le attività da fare sono anche altre difatti proprio qui si trova un Centro per la Maturazione del formaggio e il Parco culturale di La Zarza.

Sei giorni alla settimana è aperta anche la Casa della Cultura di Santo Domingo che svela tutte le particolarità culturali di Villa de Garafìa. Si tratta di una vera e propria rassegna storica che va dal periodo pre – ispanico ai giorni nostri e racconta di tutti gli aspetti più importanti del municipio, dal paesaggio, alla flora, alla fauna, ai costumi, alle tradizioni, all’economia e all’artigianato.

Altre curiosità da conoscere su Villa de Garafìa

Numerose sono le leggende che circondano questo posto.
Magia e religione che si mescolano al fascino della storia e del passato sono presenti soprattutto sulle alte cime.

È qui che nasce una fantastica leggenda secondo la quale due innamorati si riunirono qui, sotto la luce delle stelle, attirando l’avidità del diavolo che creò un muro di pietra in una sola notte con l’intenzione di separare i due amanti. Il giovane Roberto, impavido e coraggioso, provò ugualmente a superare il muro per poter riabbracciare la sua amata ma non ci fu niente da fare, sprofondò nelle profondità di La Caldera. Una volta restata sola la giovane amante subì le avances del diavolo che vedendosi rifiutato gettò anche lei nel precipizio. L’ira del diavolo divise in due la diga che si trovava lì. Una leggenda che vive in questi posti e dà un tocco di fascino in più.

Panorama Villa de Garafìa, La Palma

Ma al di là della leggenda c’è anche la realtà del duro lavoro che va avanti da secoli, quello dell’allevamento che ha fatto dei pastori gli indiscussi protagonisti di questa realtà tanto radicata. Sono persone sagge che conoscono le montagne, le gole, i sentieri, che viaggiano al seguito del tintinnio delle campane dei loro animali. Molto abili anche nella mungitura e nella produzione di formaggio, attività diventata molto importante per il paese.

Diverse sono le feste che interessano questo paese e che di tanto in tanto, nel corso dell’anno, vedono le più belle chiese decorarsi a festa. Il 5 gennaio si parte con l’Ordine dei tre Re, poi il 3 maggio è la volta di La Cruz, una festa che prevede balli tipici e tanto cibo, il 12 e il 13 giugno spazio alla festa di Sant’Antonio del Monte (la venerazione di questo Santo fu importata qui dai portoghesi).

Tra le feste più importanti vi è anche un mercato di bestiame con bovini, capre e pecore al quale partecipano tantissimi contadini ed agricoltori che riempiono l’aria di odore di carne alla griglia, formaggio e bicchieri di vino. Il 15 e il 16 luglio c’è la festa della Vergine del Carmen e durante la seconda metà di agosto la festa della Madonna. Chiude i festeggiamenti la festa del Faro Roque che si tiene la prima settimana di ottobre.

Sentieri da Santo Domingo a Llano Negro, Villa de Garafìa, La Palma

Tutte queste bellezze e questa magiche atmosfere rendono Garafìa un tesoro da scoprire, fatto di tradizioni culturali, siti archeologici, buon cibo e ottimo artigianato. Una tradizione che stenta a scomparire e che resta ancora molto viva nei volti e nelle attività delle persone. Una volta qui oltre che godere della vita del posto si possono svolgere diverse attività quali: trekking, arrampicata, mountain bike, in ogni angolo, su ogni cima, attraverso ogni sentiero, attraverso le foreste, ovunque sia possibile esplorare posti pronti a sorprenderci. I percorsi da intraprendere sono diversi e si può partire dall’antica strada che collega i diversi villaggi, dalla scogliera alle cime, un percorso dall’altissimo valore naturalistico.

In alternativa c’è la “strada verde” così chiamata per la lussureggiante vegetazione del Barranco de La Madalena, o quella tra Don Pedro e La Zarza. Altri rilevanti itinerari sono quello che partono da Santo Domingo e arrivano alla Foresta del Drago e fino a Sant’Antonio del Monte.
Da non perdere le alte cime dalle quali è possibile ammirare tutto il paese.

Dettagli Explora Canarias

Redazione ExploraCanarias. Guida turistica delle Isole Canarie.

Commenti 0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Su questo sito utilizziamo i Cookie secondo le finalità indicate nella nostra Cookie Policy. Prima di continuare ti chiediamo di fornirci il tuo consenso. MAGGIORI INFORMAZIONI

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi